Complimenti e gaffes

Foto do Dario.sca http://www.flickr.com/photos/dariosca/

Foto do Dario.sca http://www.flickr.com/photos/dariosca/


I complimenti, abbiamo detto, sono importanti e graditi. Eppure molti, pur desiderando gratificare l’altra persona, fanno invece gaffes involontarie, pronunciano frasi che hanno il potere di urtare o deludere. Allora ricevono in cambio una smorfia anziché un sorriso, e si chiedono perché…

Quando accade, è importante chiedersi se l’intenzione iniziale era davvero limpida, o piuttosto se verso quella persona non si provino sentimenti conflittuali. Facciamo qualche esempio.

Il complimento dell’estimatore

E’ la gaffe peggiore, ed è sorprendentemente comune tra gli uomini, molto meno fra le donne. Un uomo dice ammirato alla sua bella “Mi piacciono le tue gambe…” ma subito si affretta ad aggiungere “Non sono perfette, ma a me piacciono così”. Cosa sta accadendo? E’ stato improvvisamente sopraffatto dalla paura di non essere giudicato un buon estimatore di gambe femminili?

Continua a leggere

Complimenti: come farli e perché

Foto di Sarasculli http://www.flickr.com/photos/sarasculli/

Foto di Sarasculli http://www.flickr.com/photos/sarasculli/

Servono a sedurre. A esprimere i propri sentimenti. A creare un clima disteso, intimo, piacevole. A potenziare l’erotismo. Sono i complimenti, messaggeri d’ammirazione, alleati dell’eros e dell’amore.

Vi sembra un tema frivolo? In realtà queste piccole frasi gentili hanno una potenza enorme. Servono a portare positività nelle relazioni, a creare un clima di piacevolezza e accettazione, a gratificare, a predisporre al piacere. Analizzandoli, è possibile capire molte cose sulla propria personalità e su tipo di relazioni che si stanno vivendo.

Continua a leggere

Amare un uomo più giovane. Parte II

Michelle Pfeiffer e Rupert Friend in una scena del film "Chéri" di Stephen Frears

Michelle Pfeiffer e Rupert Friend in una scena del film "Chéri" di Stephen Frears

Per amare un uomo più giovane, è richiesta una grande sicurezza in se stesse, un senso forte di autostima che va continuamente alimentato e rafforzato.

Innanzitutto ci sono gli altri. Vi è il giudizio dei benpensanti, di tutti coloro che coltivano pregiudizi: si va dal commento malevolo dell'”amica” di turno all’aggressività gratuita del conoscente. Ed è possibile arrivare anche a ricevere insulti, lettere anonime, telefonate nel cuore della notte da qualcuno che, chissà perché, si sente turbato e minacciato da un semplice amore.

Tutti, comunque, si sentono in dovere di commentare una tale unione, magari alle spalle. Invidie, competizioni, gelosie femminili esplodono. Qualcuno accuserà la donna di “ostentazione”; qualcun altro farà a mezza bocca pronostici sfavorevoli.

Continua a leggere

Il tempo delle donne. Sogni, desideri, contatto interiore

Foto di Sara Meloni - http://www.flickr.com/photos/szarah/page2/

Foto di Sara Meloni - http://www.flickr.com/photos/szarah/page2/

Il tempo: bene prezioso, ricchezza impalpabile, materia che scorre tra le dita, sin troppo veloce, e non si riesce a fermare. La gestione, comprensione e consapevolezza del tempo è uno dei compiti più difficili che si pongono alle donne di oggi.

Donna e tempo: un incontro complesso, dalle innumerevoli implicazioni. E’ diversa, la percezione del tempo femminile, nelle varie epoche della vita.

Da bambine il tempo è eterno: fisso in lunghi attimi di stupore e meraviglia, in emozioni intense di gioia, nella percezione acuta del dolore e della paura, il tempo sembra comunque “essere” e non “scorrere”, esistere come realtà immobile o quasi, tra i punti fermi di affetti immutabili.

Anche da adolescenti il tempo è lentissimo. Inizia, in questa fase della vita, una percezione tutta femminile del ritmo delle ore. Chi non ricorda i lunghi pomeriggi vuoti, passati con la compagnia dello specchio, a scrutare il corpo che cambia, a cercare di indovinarne la bellezza in divenire, a paventarne i difetti?

Continua a leggere

A Scuola di Seduzione – Per Lei

Foto di Giovanni - http://www.flickr.com/photos/cagiflickr/2963657525/

Foto di Giovanni - http://www.flickr.com/photos/cagiflickr/2963657525/

Vorresti essere una grande seduttrice, una di quelle donne che sprigionano fascino a ogni passo, e che fanno strage di cuori a ogni festa cui partecipano?

Migliorare le tue chances in questo senso non è difficile. Basta un po’ d’attenzione al corpo, al portamento, agli abiti, qualche piccolissima strategia e soprattutto tanta voglia di piacere!

Sii te stessa

Il primo consiglio, e il più importante: sii te stessa. Non copiare spudoratamente i modi di una data attrice, non imitare il look dell’amica che ha successo, non cercare di assomigliare a quella presentatrice TV… Anche se ci riuscissi perfettamente, ci sarebbe comunque in te qualcosa di artefatto e di falso. Tutti gli psicologi concordano: le persone sono tanto più seducenti quanto più riescono a esprimere se stesse, in modo diretto, spensierato, persino un po’ infantile.
Continua a leggere

Il Principe Azzurro? Esiste

Foto di Racchio (http://www.flickr.com/photos/racchio/171293615/)

Foto di Racchio (www.flickr.com/photos/racchio/171293615/)

IL Principe Azzurro è un archetipo femminile che sfida i tempi e le mode. Ma come può questo ideale aiutarci a essere più felici in amore?

Dall’adolescente che passa i pomeriggi immersa nei romanzi Harmony alla disinvolta e autosufficiente professionista in carriera, tutte le donne conservano dentro di sé l’immagine ideale di un uomo: colui che un giorno verrà a prenderle, le porterà con sé, e le renderà felici. Per sempre, ovviamente.

Continua a leggere

Segnali di seduzione

Lui e lei. Si incontrano, si guardano, si piacciono. Scatta la scintilla, e molte volte non ha bisogno di parole

Spesso, quando si arriva al momento delle presentazioni, un uomo e una donna che si piacciono si sono già comunicati, in qualche modo, che qualcosa c’è: un’attrazione, una curiosità, una corrente di energia erotica. E anche durante le prime fasi del corteggiamento, non è il linguaggio verbale a fare da padrone, ma quello, sottile e inequivocabile, del corpo.

E’ come un codice, composto da una serie di segni, i “segnali sessuali”: atteggiamenti, movimenti, posture, sguardi, e così via.
L’insieme di questi gesti dà origine a una sorta di danza seduttiva: ci rende più visibili e attraenti, comunica la nostra disponibilità e un attimo dopo, maliziosamente, la mette in forse, sino a risvegliare l’interesse dell’altra persona, la sua risposta. E a questo punto molte cose possono accadere…

Continua a leggere