Uomini E Donne: Rapporti Peggiori O Migliori Che In Passato? Dì La Tua E Vota!

Uomini E Donne

foto di Fabio Trifoni - Jeyheich

Partecipa al nuovo sondaggio. Ma prima lascia il tuo parere nei commenti!

Cosa pensi dei rapporti tra uomini  donne, oggi? Scontato dire che le cose non sono più come una volta, che i ruoli sono cambiati, ecc.

Ma secondo te cosa sta accadendo? Andiamo verso nuovi equilibri, più sani e funzionali alla felicità? Oppure i due sessi sono in competizione come non mai?

Mi piacerebbe aprire il dibattito

Io sono abbastanza ottimista, e penso che molte persone di entrambi i sessi stiano facendo grandi sforzi per capirsi, avvicinarsi, amarsi, pur nelle differenze.

Tuttavia spesso capitano episodi che mi fanno per un attimo dubitare.

E tu, cosa ne pensi? Mi lasci il tuo parere, prima di votare? Ciao!

7 thoughts on “Uomini E Donne: Rapporti Peggiori O Migliori Che In Passato? Dì La Tua E Vota!

  1. siamo di sicuro in una fase di cambiamento. uomini e donne hanno scoperto e ora stanno accettando di essere diversi. dall’analisi delle diversità sta nascendo un rapporto di coppia più completo.
    Se sò cosa ci differenzia e cosa ci unisce saprò come vivere meglio insieme e cosa osservare nell’universo universo donna/uomo.
    Di sicuro i ruoli non saranno più definiti così nettamente come in passato, ma assomigliando sempre più al modello di società fluida e flessibile anche la coppia si adatta, i ruoli si interscambiano e forse si va verso quello che la natura dopotutto ci ha già detto. In ognuno di noi c’è sia una parte femminile che una maschile, il segreto è comprendersi.
    Gli episodi, purtroppo rimarranno, sta a noi non permettere che si ripetano.

  2. Io credo oggi come oggi la donna può benissimo vivere una vita indipendente non ha bisogno materialmente di una figura maschile accanto. Il femminismo ha lottato sempre perchè la donna abbia un ruolo quasi paritario a quello dell’uomo. Ma io sono convinto che in qualche modo il maschilismo abbia vinto doppiamente. Alle donna oggi,viene fatto inculcare nella loro testa che bisogna pensare alla carriera,studiare,lavorare,lavorare,ma dentro di se una donna sente che la vera felicità sta nel condividere una possibile vita accanto ad un uomo. E quindi penso,che ci possa essere una lotta interna nella donna su cosa ambire,ascoltare il cuore o la mente. E molte vanno in confusione. Sono sempre costrette molte volte a fare delle scelte importanti.Ecco perchè dico che il maschilismo (se così possiamo chiamarlo) ha vinto due volte.

    Concludo dicendo che io non sono maschilista ma anzi amo e rispetto le donne. Era solo un ragionamento che mi è capitato di fare tempo fa.

  3. C’è qulacosa di vero in ciò che dici… Anche se pure gli uomini sono in confusione: Continuare a essere un po’ protettivi nei confornti delle donne, oppure competere, o ancora farsi proteggere? Io sono ottimista, ma la confusione e le relative difficoltà mi sembrano un dato reale

  4. Beh credo che un uomo che si ritenga tale non so come possa solo pensare di farsi proteggere dalla sua donna. E credo che voi donne forse non apprezzate nemmeno un uomo così ,proprio perchè dentro di voi rimane quel carattere primitivo (come in noi maschi del resto) che fa si che apprezziate un uomo che possa farvi sentire sicure e protette piuttosto che un manichino senza alcun carattere dominante.E in questo credo non ci sia nulla di male; non significa essere inferiore all’uomo.
    E quando la donna che cerca di sostituire l’uomo,li credo che ci sia lo sbaglio.Siamo talmente diversi e ognuno ha i suoi pregi e difetti che l’unico scopo che abbiamo è quello di completarci unendoci non isolarci allontanandoci.
    Comunque Complimenti per il Blog,ho letto qualche articolo,chiari e semplici. 🙂

  5. sicruramente il mondo moderno porta a cambiamenti relazionali molto forti e indipendenti,ora la donna e’ molto piu’ forte rispetto al passato e l’uomo a volte puo’ sembrare che passi un momento di difficolta nel far emmergere la propria figura.
    Credo che ognuno posso dipendere dall’altro,ma nerssuno puo’ sostituire l’altro,ognuno ha il suo ruolo determinante e ognuno ha le sue carateristiche uniche.
    il tempo relazionale porta a completare sempre di piu’ pe proprie figure.riempiendo i vuoti e le carenze…..senza inferiorita’,ma solo con umilta…….perc he’ sia uomo e donna siamo fatti per sbagliare.
    Io mi rendo conto che non avro la capacita di esplettare il ruolo della donna,anche caratterialmente intendo,parlando per vissuto e esperienza con la mai compagna e moglie,la donna a riesce a completare l’uomo,e l’uomo da la vera certezza del ruolo della donna.
    Oggi i ruoli sono molto ben definiti e chiari,la volonta, e il desiderio di ricercare entrambi serenita e indipendenza porta a richiedere una maggiore fiducia e rispetto verso il proprio patner.
    Vivere nella quotidianeta ci porta sempre a confrontarsi e condividere con le diversita delle proprie esigenze,il saper cogliere cosa sia meglio e’ fondamentale per entrambi.

  6. Una volta quando si viveva in una società molto più ostile e molto più maschilista nei confronti della donna, era quasi obbligatorio stare con un uomo, anche il primo che capitava, perchè le alternative non esistevano. Oggi invece una donna può anche crearsi un’ esistenza autonoma se non trova colui che è di suo gradimento nel cammino sentimentale, e questa è una cosa più che giusta ! Questo però non significa che noi donne non desideriamo più avere un compagno, e condividere la vita con qualcuno. Diciamo solo che se una volta si sceglieva di accoppiarsi per costrizione, per forza di cose, oggi noi donne chiediamo e pretendiamo di stare solo con chi amiamo veramente. Naturalmente in questo nuovo scenario molti uomini che un tempo avrebbero trovato moglie facilmente oggi vengono scartati, ma è normale, fa parte dei nuovi criteri selettivi e i maschi non possono fare altro che adeguarvisi, invece di sperare nel ritorno del maschilismo ( che in parte sopravvive ancora ).

  7. Ad essere scartati non sono solo gli uomini ma anche le donne soprattutto per le quali forse è ancora più doloroso da sopportare…Questa nuova coscienza e presa di posizione da parte dei sessi non giova a nessuno, spesso si arriva alla soglia dei 40 anni dove per un motivo o per un altro, ci si accorge che ormai è troppo tardi per dare un senso alla vita che non sia puro egoismo e cioè avere dei figli formare una famiglia avere un punto di riferimento che ci accompagni fino alla vecchiaia, dove per l’uomo rimane ancora qualche change ma per la donna è davvero troppo tardi…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *