Uscire dalla Solitudine, e Andare verso l’Amicizia e l’Amore

http://www.ilgiardinodeilibri.it/libri/__uscire-dalla-solitudine.php?pn=1452

Ebbene sì, lo ammetto! Sono in pieno conflitto di interessi, perché l’autrice di questo libro è mia sorella… Però si tratta di un testo bello, interessante, utile, ricco di spunti, su un argomento che non è semplicissimo. Insomma ve lo consiglio. E le ho chiesto un “guest post” sull’argomento, per farvi capire di che si tratta… Poi chi vorrà, o chi avrà letto il libro. potrà dire la sua nei commenti.

Di Olga Chiaia

Qual è il colore della tua solitudine? E’ una parola che si riveste di abiti diversi, che incute timore in alcuni e addirittura desiderio in altri.

In realtà servirebbero almeno due termini distinti, come in inglese. Loneliness indica la solitudine non voluta, nuvolosa, quella che si sente nel cuore anche se si è immersi nella folla: forse la cosa che rende più infelici.
Continua a leggere

Complimenti e gaffes

Foto do Dario.sca http://www.flickr.com/photos/dariosca/

Foto do Dario.sca http://www.flickr.com/photos/dariosca/


I complimenti, abbiamo detto, sono importanti e graditi. Eppure molti, pur desiderando gratificare l’altra persona, fanno invece gaffes involontarie, pronunciano frasi che hanno il potere di urtare o deludere. Allora ricevono in cambio una smorfia anziché un sorriso, e si chiedono perché…

Quando accade, è importante chiedersi se l’intenzione iniziale era davvero limpida, o piuttosto se verso quella persona non si provino sentimenti conflittuali. Facciamo qualche esempio.

Il complimento dell’estimatore

E’ la gaffe peggiore, ed è sorprendentemente comune tra gli uomini, molto meno fra le donne. Un uomo dice ammirato alla sua bella “Mi piacciono le tue gambe…” ma subito si affretta ad aggiungere “Non sono perfette, ma a me piacciono così”. Cosa sta accadendo? E’ stato improvvisamente sopraffatto dalla paura di non essere giudicato un buon estimatore di gambe femminili?

Continua a leggere

Complimenti: come farli e perché

Foto di Sarasculli http://www.flickr.com/photos/sarasculli/

Foto di Sarasculli http://www.flickr.com/photos/sarasculli/

Servono a sedurre. A esprimere i propri sentimenti. A creare un clima disteso, intimo, piacevole. A potenziare l’erotismo. Sono i complimenti, messaggeri d’ammirazione, alleati dell’eros e dell’amore.

Vi sembra un tema frivolo? In realtà queste piccole frasi gentili hanno una potenza enorme. Servono a portare positività nelle relazioni, a creare un clima di piacevolezza e accettazione, a gratificare, a predisporre al piacere. Analizzandoli, è possibile capire molte cose sulla propria personalità e su tipo di relazioni che si stanno vivendo.

Continua a leggere

Uomini che amano troppo

 

Foto di Emma Chiaia

Non sono solo le donne ad “amare troppo”… Capita anche agli uomini, che a volte vivono relazioni infelici e ossessive senza rendersi conto che stanno usando questa “passione” solo per sfuggire da se stessi

Uomini che amano troppo. Uomini che sopportano donne difficili, relazioni frustranti, rifiuti, tradimenti, senza cessare di essere presenti, di offrire affetto. Uomini che cercano – il più delle volte inutilmente – di “salvare” la propria donna da problemi anche gravi: depressione, droga, alcol, tendenze distruttive.

Dopo il fortunato libro della psicoterapeuta americana Robin Norwood Donne che amano troppo, (Feltrinelli) si tende a pensare che tale dipendenza dalle relazioni affettive sia una caratteristica femminile. La dipendenza d’amore, che può avere varie forme e intensità, riguarda invece anche diversi uomini.
Continua a leggere