Sondaggio in corso

Secondo te come cambia la sessualità dopo i 50 anni?

View Results

Loading ... Loading ...

Le Donne Oggi Sono Troppo Aggressive? La Parola Agli Uomini

Foto di Marco Vinciguerra e Sara Meloni

Oggi va di moda dire che le donne sono aggressive e spaventano gli uomini…. Ma è vero? Io credo di no, ma parliamone tutti insieme…

Questo post nasce da una inchiesta che qualche tempo fa mi è stata commissionata da una nota rivista. Poi per vari motivi il taglio dell’articolo da consegnare è cambiato. I risultati dell’inchiesta, però, mi sembrano interessanti, e ve li propongo qui…

Gli uomini si lamentano sempre dell’aggressività femminile, fai un po’ di interviste e sentiamo cosa hanno da dire”, mi avevano chiesto dalla redazione.

Mi sembrava una buona idea. Ricordavo perfettamente lunghe cene con cari amici intenti a lamentarsi dell’aggressività femminile, spiazzante, stressante… E c’era sempre qualcuno che agitava lo spauracchio delle donne dell’Est, dolci e accondiscendenti, pronte a portarci via i nostri uomini stanchi di durezza e rivendicazioni.

Eppure, tutti gli uomini che ho interpellato in questa occasione si sono ribellati con decisione: “No. Macchè. Le donne non sono aggressive! Forse un po’ difese, ma aggressive assolutamente no!”.

La cosa mi ha stupito. Ho insistito. Ma a ogni intervista, la risposta è ritornata, convinta, senza esitazioni. E allora ho drizzato le orecchie. In effetti quelle conversazioni che ricordavo risalivano a qualche anno fa…

Qualcosa sta cambiando, forse, nelle dinamiche tra i sessi?

Questa sì che sarebbe una notizia! Quella sorta di guerra fredda, iniziata dopo che il femminismo e la liberazione sessuale hanno scompaginato i ruoli tradizionali, quella contrapposizione che ha portato i due sessi a situazioni di profonda incomprensione, si sta forse avviando, lentamente, verso un augurabilissimo processo di distensione?

Vi riporto quello che hanno detto gli amici che ho intervistato: Marco, Emanuele, Vito, Dario, Michele.

(E’ solo per iniziare la discussione! Poi mi direte cosa ne pensate voi…)

Marco:“Probabilmente, quello che sta accadendo è che certi atteggiamenti femminili, che sino a ieri abbiamo interpretato come aggressivi, ci spiazzano meno. Non ci piacciono, però non li interpretiamo più come manifestazioni di ostilità, bensì come espressioni di paura, di rigidità, di insicurezza, di confusione…. Ieri una donna ‘appuntita’, polemica, quasi sgarbata nel rifiutare certi gesti del corteggiamento tradizionale ci metteva in crisi, oggi tendiamo a pensare che sia solo molto difesa. Se ci interessa, sappiamo che possiamo anche insistere, con delicatezza e pazienza. Se no passiamo oltre, ma senza l’astio di un tempo.”

Vito: “Il caso classico è quello delle valigie: viaggio spesso con gruppi organizzati, e mi capita di offrire aiuto con il bagaglio alle donne appartenenti al gruppo. A volte la risposta è un rifiuto rigido, un po’ altezzoso, quasi una rivendicazione di autonomia: ‘non ho bisogno di te, sono in grado di badare a me stessa’. Lo stesso accade con un complimento o una frase un po’ scherzosa: alcune donne del gruppo mi guardano con sospetto (per fortuna non tutte, ce n’è sempre qualcuna più rilassata). Eppure alla fine della vacanza, quando ci si conosce meglio, tutte accettano sia i complimenti che l’aiuto…”

Difese? Diffidenti?

E’ possibilissimo. Per alcune può trattarsi di insicurezza o timidezza. Altre donne hanno alle spalle qualche delusione, piccola o grande, che le ha lasciate un po’ corazzate. Non tutte hanno la spensieratezza necessaria per accogliere con un sorriso fiducioso lo scherzo (anche galante e gentile) di uno sconosciuto. Prima di abbassare la guardia si pretende di conoscerlo, di capirlo…

Emanuele: “Ma forse alcune donne fanno anche bene a difendersi un po’… Le donne adulte hanno già avuto tante esperienze, e sanno che devono essere caute, per andare verso ciò che vogliono davvero. Per alcune tra le più giovani è diverso: loro sì che si potrebbero definire aggressive, ma non nel senso di polemiche: sono aggressive nel prendere l’iniziativa, anche a letto! Qualcuna si comporta come un uomo, nel senso che vive il sesso molto liberamente, senza troppo romanticismo. Ad alcuni di noi piace, altri si lamentano di sentirsi usati…”

Dario: “Forse questo atteggiamento un po’ difeso si crea a causa del lavoro, e infatti mi sembra di avere notato che sia più frequente tra le donne che lottano per farsi strada nella professione. Allo stesso modo, se non avessi paura di generalizzare troppo, potrei ipotizzare che sia più comune nelle metropoli che nelle piccole città di provincia”.

Ancora Dario: “Probabilmente è normale: una donna, sul posto di lavoro, tende ad avere un atteggiamento improntato all’efficienza, all’impersonalità, spesso un po’ sbrigativo. Molte in ufficio non si possono permettere – o ritengono di non poterlo fare – di mostrarsi ‘morbide’ e femminili, o di manifestare la propria personalità. Alcune, sul posto di lavoro, ci sembrano un po’ delle virago, e qualche uomo si lamenta… Ecco, se uno fa il cascamorto in ufficio forse può beccarsi una risposta tagliente, ma potremmo dire che se l’è cercata. Anche noi dobbiamo imparare a tener conto del contesto. Alcune di queste donne però non riescono a cambiare atteggiamento nel privato: quando le chiami per invitarle a cena, conservano un tono professionale, efficientista, che a volte risulta un po’ freddo e impenetrabile. Questo è già più fastidioso…”.

Uomini e donne iniziano a capirsi?

Quello che mi colpisce, nelle risposte maschili, è un nuovo spiraglio di disponibilità a capire il perché di certi atteggiamenti femminili. Almeno negli uomini più sicuri di sé, che sembrano rinunciare alla contrapposizione polemica per cercare di arrivare a nuovi incontri più spensierati.

Emanuele ride: “Se una donna è scontrosa e insopportabile, e mi interessa davvero, sdrammatizzo, ci gioco, la stuzzico con garbo. A volte ho successo, e lei finisce per ridere di se stessa…”.

Certo, la maggior parte degli uomini ammette di preferire le donne più aperte e ‘morbide’, sicure di sé al punto da lasciarsi andare al flirt. E qualcuno rimpiange la femminilità accogliente di un tempo.

Vito: “Però le nostalgie non hanno senso. I ruoli si sono scardinati, e penso che in fondo sia un bene: è un po’ più difficile capirsi, trovarsi, ma c’è più libertà”.

I più insicuri, d’altra parte, fraintendono invece ancora facilmente certe durezze femminili, e puntano il dito.

Michele: “Si lamentano tanto che non hanno un fidanzato, e poi sono sgarbate se rivolgi loro la parola…. E poi è inutile: o a una donna piaci subito (magari perché hai i soldi, il lavoro giusto e il look perfetto), e allora lei è determinata e ti fa capire subito che ci sta. Oppure non c’è niente da fare, ti guardano come se fossi trasparente…”

Vero o falso?

Vere o false, le afferemazioni di Michele? False, in gran parte: sono moltissime le donne che, quando arrivano a conoscere un uomo, sono capaci di cambiare idea sul suo conto e passare da un’iniziale indifferenza a un’attrazione anche forte.

Ma nell’accusa di Michele c’è un granello di verità: è un difetto di tante donne quello di inseguire con troppa determinazione un uomo ideale, ‘cieche’ spesso a chi passa loro accanto e non rientra perfettamente in certi canoni… E spesso in tale chiusura sembrano (o sono?) un po’ sgarbate e fredde.

Marco: “Vorrei fare un invito alle donne: giocate di più, e prendete certi approcci con più leggerezza!. Ho la sensazione che molte donne oggi siano vittime di un fraintendimento: pensano che se abbassano la guardia un attimo, se accettano un complimento, un invito, o uno scherzo innocente, poi debbano in qualche modo, per coerenza, arrivare chissà dove, come se noi uomini fossimo interessati solo a ‘concludere’. Bene, non è del tutto vero. Certo, miriamo a un obiettivo ben preciso, ma alla maggior parte di noi fa comunque piacere flirtare con le donne, conoscersi, ridere, scherzare. L’idea è: iniziamo a star bene insieme, e vediamo cosa succede!”

Insomma, da una parte del mondo maschile arriva un segnale di distensione: abbiamo voglia di accoglierlo?

Volete partecipare alla discussione?

Uomini, pensate che le donne oggi siamo troppo corazzate, rigide, difese, oppure aggressive?

Donne, cosa ne pensate?

Forza con i commenti!

29 comments to Le Donne Oggi Sono Troppo Aggressive? La Parola Agli Uomini

  • shekelesh

    no, non direi aggressive; piacevolmente più esplicite, semmai, più aperte ad accettare l’insolito ma non per questo meno selettive; diciamo, diversamente selettive.
    Au contraire, mi sembra sia cresciuta la capacità di vivere la propria femminilità senza troppi pregiudizi, riuscendo, nel rapporto di coppia, a separare bene la vita sociale/quotidiana dai momenti di alcova…..

  • Emma

    Vedi, lo dicevo che qualcosa sta cambiando e che ci sono uomini più aperti a capire…

  • augusto

    I maschi sono eterni bambini, è questo che le donne non capiscono dall’alto della loro maturità. Ai maschi piace giocare e sopratutto vincere. Ai maschi piace essere eternamente al centro dell’attenzione. Ai maschi piace essere coperti di complimenti (“sei il più bravo” “sei straordinario” “non mi sono mai sentita così bene”). Ai maschi piace possedere (“è mio!”) e comandare ( o almeno poter credere di comandare). Ai maschi piace apparire forti, coraggiosi. Ai maschi piace essere coccolati dalla mamma, dalla fidanzata/moglie adorante, perfino dalla figlia. Bambini sono. Eterni bambini. E le donne dovrebbero tenerne conto. Augusto

  • Emma

    E’ vero, ce ne dimentichiamo sempre… Eppure è così semplice! E anche se a volte ci innervosiamo (soprattutto quando vi dimenticate che anche alle donne piace essere adorate, e sicuramente anche alle donne piace dire “è mio…”) dovremmo ricordarci di giocare di più. In questo potete insegnarci. E se si inventasse un gioco in cui si vince insieme (d’accordo, voi un pelino di più?) :-)

  • shekelesh

    si vince sempre insieme se, anziché essere eguali, si è complementari….

  • shekelesh

    macché eterni bambini! Lo pensano i bacchettoni che credono che il gioco sia una cosa frivola; nulla richiede maggior serietà e maturità di un gioco complesso. Chi non gioca mai non può essere una persona seria! Quindi gli uomini non sono eterni bambini, ma esseri ludici, al contrario delle donne che storicamente vincolate al gruppo e alla quotidianità maturavano più difficilmente la tendenza al gioco.
    Il gioco massimo è stato sempre la guerra, almeno finché era fatta da guerrieri che si scontravano personalmente, non da bazooka e napalm!
    Homo ludicus, quindi, non eterno bambino, bamboccione!

  • Il post ha centrato il punto! Un tempo forse, dopo l’emancipazione sociale della donna, il suo cambiamento avrebbe potuto spaventare. Per le generazioni passate, che hanno visto il gentil sesso trasformarsi da casalinga accondiscendente ad artefice del proprio destino, non credo sia stato semplice convinvere accanto a questo nuovo modello sociale. Ad oggi, l’essere cresciuti insieme a queste nuove donne unito alla stessa evoluzione della società non hanno fatto null altro che livellare i due sessi. C’è un incontro non più uno scontro vivendo pressochè le medesime situazioni, a differenza del passato, dove i ruoli erano definiti e, di conseguenze, lo erano anche i problemi.
    La loro aggressività fa paura? Alle nuove generazioni non credo più e, anzi, sono convinto che non si pongano nemmeno la domanda.
    Le generazioni passate hanno appreso l’arte del conviverci per sopravvivere.

  • Vittorio

    Mia personalissima opinione, ma come sempre, ogni donna singola (così come ogni uomo singolo) è lo specchio della società. La donna è più aggressiva? Bhè..si e no. Bisognerebbe considerare tutta una serie di concause delle quali la singola donna, non credo abbia colpe di per sè.
    Per citarne alcune: Emancipazione femminile, società moderna “orientata agli eccessi”, maggiore libertà…
    Tutti si sentono spinti all’essere più aggressivi, considerato il fatto che ci si sente il dovere di esserlo perchè oggi come oggi, nessuno fa sconti a nessuno.
    C’è l’aggravante (che si prenda il termine nel senso più largo) poi che le donne hanno secoli di maltrattamenti (sia fisici che emotivi) alle spalle…e in qualche modo, questo rende il desiderio di rivalsa ancora più vivo.
    Il vero guaio secondo me…è che ad un’evoluzione femminile (in questo caso)…la società maschile…si adatta di conseguenza (e ovviamente è vero il contrario). Assistiamo infatti a spettacoli non proprio così carini: Donne che “sembrano” più aggressive finiscono per diventarlo veramente, perchè dall’altra parte, ci sono uomini tali solo all’anagrafe. Qualcuno nei commenti precedenti,mi pare di aver letto…averli definiti “bambini”. Ed è vero, è proprio così. Uomini (la U maiscola è d’obbligo) ne sono rimasti veramente pochi…e di conseguenza, tra il caos totale che già regna nella società caotica moderna, si aggiunge anche il caos dovuto alla “confusione” dei ruoli. Molte donne attualmente, hanno perso la loro sensualità insita femminile…sembrano quasi “maschiacci” (nessuna connotazione negativa :)) e d’altro canto…molti uomini attualmente sembrano “femminucce mancate”.
    Ciò non fa che, presi i dovuti punti di riferimento, far considerare la donna come “troppo aggressiva”…e l’uomo “troppo pacato” (per non dire di peggio :))

    This is my opinion :)

    V.

  • antonella

    …io un consiglio voglio darlo alle donne, perché è vero che a volte son talmente irrigidite nelle proprie corazze da essere delle finto-aggressive. Sono d’accordo con Augusto (v. sopra): e facciamogli fare la parte degli uomini agli uomini! Ringrazio con gentilezza quando un uomo mi porta 20 kg di bombola da sub fino alla barca!!! Ma soprattutto ridete ridete e ridete: ho conquistato con le risate e ho tenuto a debita distanza con le stesse risate. Funziona …

  • Emma

    Grazie, Giandomenico, Vittorio e Antonella per i vostri commenti! E sono molto d’accordo con Antonella: ridere (con dolcezza) conquista, sdrammatizza, e rende tutto più facile e divertente.

  • claudio

    E’vero le donne, qualche anno fa erano diventate più aggressive forse elettrizzate dallo slogan”l’utero è mio e lo gestisco io”.
    però è successo che l’uomo ha cominciato a cercarle con meno insistenza ,anchè perchè la femminilità è cominciata a diventare merce rara.
    Oggi è più difficile incontrare una donna seducente,una donna ,cosi donna da perderci la testa e il portafoglio.

    Però non lamentiamoci troppo,adesso che sono tornati di moda i tacchi alti si possono ammirare delle belle gambe e non solo.., chissà se ritornerà anche l’arte di saperle accavallare

  • Emma

    Un po’ maschlista come commento…. Non credi? E anche insincero: so bene che nella vita reale la tua passione per il femminile è sempre ben viva… ;-)

  • shekelesh

    UOMINI CHE AMANO TROPPO
    Spesso succede che un uomo sia appassionato e rischia di essere condannato per gallismo.
    Spesso succede ad un uomo di parlar male o bene di sè, ma nel primo caso tutti penseranno che è financo peggiore di come si descrive, nel secondo caso che si stia pavoneggiando e gli si fa la tara.
    Ergo, se potete evitarlo non siate né aggressivi, né sinceri: una sana ipocrisia renderà al meglio.
    In questo sta oggi secondo me l’aggressività delle donne: non si fidano più e, probabilmente, è colpa di noi uomini.

  • Emma

    Vorresti più fiducia dalle donne, ma consigli l’ipocrisia agli uomini? Una contraddizione, non credi? ;-)
    Meglio un minimo di disarmo bilaterale…

  • shekelesh

    consiglio l’ipocrisia a uomini e donne perché mi sembra che la sincerità non sia mai premiata e penso che se le donne sembrano aggressive ad alcuni è solo perché hanno imparato a difendersi dall’ipocrisia ma non hanno ancora imparato a riconoscere la sicerità. n’est-ce.pas?

  • Emma

    Forse… Io continuo a consigliare un gioco rilassato… Vediamo chi fa meno danni! :-)

  • roberta

    penso che che la sincerità premi sempre alla lunga. l’importante è saperla gestire al momento giusto.
    sono d’accordo che la dolcezza e che un sorrso dolce conquisti sia in amicizia sia in amore.

  • antonio

    le donne? quelle vere? uhhhhhhhhhhhmmmmmmmmmmmm …. speriamo che almeno non cambino sesso (l’unico rimasto, ai tempi d’oggi, degno di attenzione). By, by

  • giovanni

    io preferisco le straniere perchè ci sono più differenze da scoprire, con le italiane fatico un pò ad interessarmi perchè bene o male hanno il mio stesso background e finiscono col risultarmi noiose. poi è vero che in genere hanno più pretese delle straniere. in verità per una serie di fattori con me sarebbero abbastanza disponibili, ma preferisco le straniere perchè a parità di tutto risultano più interessanti.

  • antonio

    si, sono aggressive nella maggior parte dei casi! Eccome!!! Dovrebbero divulgare un 1522 “al maschile”. Troppi uomini,credo, hanno vergogna di denunciare aggressioni da parte delle loro donne. Quello che le donne hanno lasciato alle spalle come dignità fà ancora parte di molti uomini. Aggressive? Si ed inoltre, intolleranti, testarde (per la maggiore). Femminilità, dolcezza, fanno parte del passato.

  • Patrizia

    I ragazzi italiani sono mamoni e infantili.

  • Rocco

    di…. “moda” che le donne sono aggressive???? Ma, insomma, le guardate negli occhi quando guidano, quando camminano per la strada, quando sono al lavoro, ecc. ecc. La donna oggi? Mio Dio … Donne che buttano i loro figli nell’immondizia, che portano a reazioni violente i loro partners, che si fanno “le scarpe” tra di loro per un uomo,che addirittura le cosche criminali le vedono sempre più prendere il posto degli uomini, donne camorriste in prima linea, ed altro. La donna? …. e che c’è rimasto più? Auguri poi all’uomo che si sposa oggi!!!! Ma auguri con la A maiuscola… La legislazione italiana tutta a loro favore (per convenienza si sà). Addirittura puoi essere denunciato per violenza sessuale se hai voglia di fare l’amore…Nooooo. … di “moda”??????? Triste realtà!!!

  • Andrea

    In tutta sincerità, ma potrei anche essere io che ormai ho una visione distorta della donna oppure pesco sempre il solito modello di donna, devo dire che a me la donna di oggi non piace!! Purtroppo come ho detto, nella fascia d’età 30-40 single ho avuto molte esperienze e il modo di porsi, l’atteggiamento, la volgarità e la mancanza totale di dolcezza e femminilità senza contare il vocabolario da “camionista” (senza aver niente contro i camionisti sia chiaro!;)…mi ha davvero deluso. Resto con la speranza di incontrare prima o poi una donna diversa, comprensiva e con quella bellissima cosa chiamata femminilità. Aggressive?? Siamo già da un pezzo al passo successivo…e parlando con amici coetanei single che incontrano altre donne abbiamo tutti la stessa identica opinione. Stanchezza e disillusione totale..ma che vogliamo fare? Questo passa il convento.

  • peppe_

    Se le donne italiane sono o sembrano agressive la colpa é degli uomini. Immagginiamoci che ci sono in italia 2 milioni di donne in piú che gli uomini. Ditemi perché chi ha piú difficolta é l’uomo che tra l’altro deve fare la corte. Chiaramente é questo il meccanismo che vige in Italia, le donne vi stanno bleffando, adesso tocca a voi metterle al loro posto.

  • frank

    Beh tolto il fatto che penso che una donna che crede di conquistare il proprio spazio con l’aggressività,che dimostra la propria superiorità con l’indifferenza è veramente stupida se non infantile,direi che il problema appartiene alla società intera ed al futuro,perchè qui la guerra tra sessi può rischiare di portare ben presto alla diminuzione di matrimoni,di figli,di rapporti e via dicendo e non è una cosa furba. Se le donne sono così mature rispetto agli uomini dovrebbero imparare a capirlo e ad accondiscendere un pò di più. L’uomo di oggi non chiede altro che dolcezza in fondo e ripeto la donna che non ha femminilità,in quanto insegue lo stereotipo maschile non ha più la sua dignita. Cioè voglio far capire alle donne che il loro femminismo le sta portando contro il loro obiettivo,cioè l’integrità femminile,in quanto stanno diventando sempre più come gli uomini,si stanno confondendo con chi (in teoria) vogliono combattere…ciò è veramente stupido. Il mio appello alle donne è:svegliatevi,la vostra dignità non è questo,nel farvi rispettare rischiate di scadere nella prevaricazione,nella mascolinità..voi donne siate donne e lasciate fare gli uomini agli uomini,o vi troverete male anche voi.perchè l’unica cosa che conta nella vita è il rapporto amoroso,l’unione e la famiglia e questi sono fatti di comprensione,dolcezza,passione,premura ecc.e l’unica cosa che conta è che manteniate la vostra femminilità,la vostra dignità.chi non capisce questo è senza speranza!

  • rosario.ors

    secondo me una ragazza anche se è brava può provocare sempre dei fastidi se contesta sempre su tande cose senza dare le giuste indicazioni per farci migliorare

  • Neja

    CONTRO LA DONNA di oggi: Se una donna è aggressiva non viene detto così alla fine se l’uomo sbotta è sempre colpa del maschio.Se il maschio non è aggressivo però è un brocco per la donna,se il maschio non è troppo marpione è frocio ecc ecc.Se una donna uccide i propri figli è depressa,se lo fa l’uomo è un mostro.Le donne sono al “pari” degli uomini,ma fanno sempre le segretarie,mai viste nei cantieri.La Naja per oltre un secolo è stata solo maschile,le donne invece,con le nuove leggi “alla pari” solo volontarie!!!Si fa credere che la donna sia “più” alla TV perchè fa la carabiniera:siete arrivati tardi nel 1943 le ausiliarie della rsi furono già soldatesse (vere).Se una donna di 25 anni scopa con uno di oltre 50 allora va bene (schettino docet),se lo fa un uomo di 25 con una di oltre 50 è il “baby” amante e va con lei solo per comodo.

    CONTRO I MASCHI:la nuova femminilizzazione produce mostri,quindi i maschi veri son giudicati finti e viceversa.

  • Mika

    E chi se ne frega di cosa pensano gli uomini? Se va loro bene così ok, altrimenti non è un problema che mi riguardi. Sono quello che sono.

    Le personoe sono quelle che sono al di là del genere sessuale. Forse ora le donne sono semplicemente autentiche, mentre prima erano solo delle povere frustrate che dovevano mascherarsi da bamboline idiote e senza un briciolo di personalità. Ora sono autentiche.
    Altra cosa: gli uomini mi piacciono altrettanto autentici.

  • Vik

    In una società come quella Italiana,
    la donna deve ancora emanciparsi per
    bene, solo allora , perderà quell’acidità
    e quella frustrazione di default che ha
    nei confronti del genere femminile.
    vedere caso donne scandinave….
    A buon intenditore, poche parole…
    Tac

Leave a Reply

  

  

  

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>