Contatti

Contatti:

e.chiaia@tiscalinet.it

A chi mi scrive per chiedere aiuto

Cari amici,

mi fa piacere se mi contattate. Tuttavia, se lo fate per chiedere aiuto, leggete prima qui sotto.

1) per chi vuole indirizzi

Ricevo molte e mail tipo: “Abito in provincia di Siena (o di Modena, o di Varese, o di Caltanissetta), vorrei aiuto ma ho pochi soldi, c’è un gruppo vicino a me?”. Purtroppo non ho l’elenco di tutti i gruppi e di tutte le risorse d’aiuto gratuite. Sarebbe bello, ma non ce l’ho.

Se stare per scrivermi una e mail del genere, ricordate queste cose:

– Se telefonate all’Ufficio Relazioni con il Pubblico(URP) della vostra Asl, potete chiedere come fare ad avere una consulenza psicoterapeutica pagando solo il ticket. Poi nella pagina “aiuto psicologico gratuito” di questo blog trovate il link al sito dei gruppi di auto mutuo aiuto. C’è anche il telefono della Fondazione Idea, che fornisce molti tipi di aiuto spesso gratuito.

– In quella stessa pagina trovate anche i link ai gruppi dei 12 passi tipo CODA (sulle dipendenze amorose). Altri gruppi dei 12 passi su altre dipendenze (cibo, debiti, gioco, droga, nicotina) o sulle relazioni con persone dipendenti li trovate cliccando QUI

– Anche io faccio gruppi sulla dipendenza amorosa. Il prezzo è contenuto, sono 22 euro  a incontro (ma ci si iscrive mese per mese). Gli incontri sulla creatività sono anch’essi utilissimi a ritrovare se stesse. Durano 2 ore e 1/2 e costano 30 euro a incontro.

– Se avete altre domande, scrivetemi, ma tenete presente che conosco un po’ la realtà milanese, e basta… In ogni caso, le risorse gratuite che conosco le ho già indicate in queste pagine. Se invece VOI siete a conoscenza di altre risorse gratuite che possano aiutare altri, scrivetemi!

2) per chi vuole consigli

Non scrivetemi la storia della vostra vita, della vostra relazione, del vostro ultimo litigio con vostra madre o con il vostro partner, chiedendo alla fine: “cosa faccio?” Come ho più volte detto nei commenti, sarebbe per me una profonda mancanza di rispetto “sfornare” un consiglio su una vicenda riassunta in una singola e mail… Credo che queste cose siano pericolose. Un counselor ( e a maggior ragione un terapeuta) devono ascoltare a lungo il cliente, vederlo, fare domande, per farsi un’idea della sua situazione.

Non dispenso consigli del genere. A chi mi scrive per questioni di alcolismo, dico di rivolgersi agli Alcolisti Anonimi o ad Alanon. A chi è disperata per amore, dico di andare gratuitamente da Coda, o di venire a uno dei miei gruppi, e soprattutto di lavorare sull’amore di sé.

Se volete consigli tecnici, tipo chiedermi se una certa terapia psicologica può essere adatta, ok, scrivete, ma tenete presente che anche in questo caso saranno pochissime le volte che mi sentirò di prendere posizione con così pochi elementi.

Se volete veramente una mia consulenza, e siete o venite a Milano, chiedetemi una consulenza individuale. Non è gratis, però una consulenza ben fatta può farvi risparmiare moltissimo tempo e denaro. Inquadra il problema, vi dice di cosa avete bisogno per risolverlo, vi indirizza verso le risorse giuste, vi rende consapevoli delle potenzialità che avete già dentro per affrontarlo…. Potete anche venire una sola volta, e tornare solo se lo desiderate, magari per due o tre volte. In qualche caso vorrete fare un percorso sarà più lungo, ma il counseling difficilmente supera le 10 sedute. (Scrivetemi se volete maggiori informazioni: e.chiaia@tiscalinet.it)

Se volete solo condividere la vostra storia e avere un po’ di incoraggiamento, scrivete un commento a un articolo sul blog che parla del vostro problema. Vi leggerò e vi risponderò con gioia, dicendo le stesse cose che direi in privato. Quei pochi consigli li dò più volentieri da qui. Ma in questo modo la vostra esperienza e la mia risposta saranno utili a tutti! Non è meglio?

E magari qualcun altro lascerà dopo il vostro un commento utile e illuminante anche per voi… E’ uno spazio prezioso di dibattito. Il modulo vi chiede di lasciare la vostra e mail, che non comparirà nè sarà usata in altro modo. Non scrivete il vostro nome e cognome: magari un domani potrebbe dispiacervi essere riconosciuti in queste pagine… Il solo nome di battesimo, o uno pseudonimo, andranno benissimo.

Vi aspetto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *