Come nascono i gruppi degli Alcolisti Anonimi

Una storia di amicizia

Akron, Ohio. E’ l’anno 1935. Un uomo, Bill, siede al tavolo della sua cucina, davanti a una bottiglia di vino. E’ un alcolista: negli anni precedenti ha fatto fortuna diverse volte, grazie alla sua tenacia e alla sua conoscenza dei mercati finanziari e della borsa. Ma poi ha sempre perso tutto, a causa del suo alcolismo. E’ stato ricoverato diverse volte, e soffre di delirium tremens. La moglie non lo ha lasciato, ma è esaurita e disperata: nel futuro del marito vede solo altri ricoveri, malattie, forse la morte. L’uomo ha provato mille volte a smettere di bere, ma è sempre ricaduto, spesso senza sapere come. Ora è rassegnato, e aspetta la visita di un amico alcolista per fare baldoria con lui.


Questo è l’inizio della storia degli Alcolisti Anonimi. Tutto accade quando quest’uomo disperato apre la porta al suo ex compagno di sbronze e lo trova sobrio. Gli offre del vino, e l’altro rifiuta. Con calma, senza atteggiamenti da predicatore, gli parla di una sua idea spirituale per uscire dall’alcolismo. Con lui ha funzionato: il suo amico è interessato?

Forse l’alcolista, Bill, non è interessato. Forse ha già provato altre volte a pregare Dio e pensa di non essere stato esaudito. Se il messaggio venisse da chiunque altro, Bill non l’ascolterebbe. Ma il suo amico, un ubriacone come lui, sa veramente cosa vuol dire essere in preda alla follia alcolica e non sapere come uscirne. E questo amico ora sta bene, è evidente.

Bill ascolta, e in quel momento, nella comunicazione tra questi due alcolisti, nasce il seme di Alcolisti Anonimi, l’associazione di gruppi di autoaiuto che ha tirato fuori dal bere milioni di persone in tutto il mondo, ed è considerata, anche da molti medici, una delle migliori vie d’uscita al problema dell’alcol.

La nascita di AA

I fondatori di Alcolisti Anonimi ebbero l’intuizione di applicare l’autoaiuto alla dipendenza dall’alcol, vista non più come un vizio da estirpare ma come una vera e propria malattia del corpo e dello spirito, i cui pesanti effetti potevano essere sospesi non bevendo e cambiando stile di vita.

I due amici, entrambi con durissime storie di alcolismo alle spalle, si resero conto che un alcolista che ha smesso di bere ha una grandissima capacità di raggiungere e aiutare l’alcolista che ancora beve; così facendo indica all’altro la via per uscire dal problema e nel contempo mantiene e consolida la propria sobrietà.

Partendo da queste constatazioni fu costituito il primo gruppo AA ad Akron, cui seguì l’apertura di un secondo gruppo a New York e di un terzo a Cleveland; nel frattempo fu messo a punto un metodo di recupero basato su Dodici Passi (o tappe) i cui principi ispiratori furono tratti essenzialmente dalla medicina, dalla psicologia e dalla religione.

Nel 1939, con la pubblicazione della prima edizione del libro Alcolisti Anonimi, che dette poi il nome all’associazione, ha avuto inizio una grande reazione a catena (prima negli U.S.A., poi in tutto il mondo), man mano che chi si recuperava portava ad altri il suo messaggio.

Oggi Alcolisti Anonimi è presente in oltre 160 Paesi di tutti i continenti con più di 100.000 gruppi di autoaiuto e moltissimi alcolisti recuperati.

In Italia Alcolisti Anonimi ha iniziato la sua attività a Roma, quando alcuni alcolisti, dopo aver ritrovato la sobrietà nel gruppo di lingua inglese di Via Napoli 58 nel 1972, cominciarono successivamente a riunirsi in un primo, sparuto gruppo di lingua italiana.

Da quel momento AA italiana è cresciuta: oggi è diffusa in tutto il paese con circa 500 gruppi, con una presenza media di 10.000 alcolisti.

Questo articolo fa parte di una serie: Gli altri articoli della serie sono:

Il programma in Dodici Passi degli Alcolisti Anonimi: un percorso per il recupero dall’alcolismo e da altre dipendenze
Come nascono i gruppi degli Alcolisti Anonimi
Per chi è Alcolisti Anonimi
I Dodici Passi: come il metodo degli Alcolisti Anonimi aiuta a vincere le dipendenze. I primi tre passi: l’affidarsi
Il programma dei Dodici Passi: quarto, quinto, sesto e settimo. Guardare dentro se stessi
Il programma dei Dodici Passi: ottavo, nono, decimo, undicesimo e dodicesimo. L’ammenda e il recupero
Alcol e donne
Il programma dei Dodici Passi per la dipendenza da droghe, da cibo, dal fumo, dal gioco, dallo spendere compulsivo
Vivere con un alcolista
La co-dipendenza: i gruppi di sostegno per i familiari
Servizi Generali Mondiali http://www.alcoholics-anonymous.org
Grande libro on line http://www.aa.org/bigbookonline
Alcolisti Anonimi Italia  www.alcolistianonimiitalia.it

22 thoughts on “Come nascono i gruppi degli Alcolisti Anonimi

  1. Cari amici saluto alla maniera di AA, sono contento di leggere e di aver trovato questo link , se volete sapere qualcosa su la storia di “Uomini in Fuga” di Carlo Coccioli , potrei scrivere basta avere un indirizzo per poter mandare i commenti, grazie serene 24 ore Hector

  2. Caro Hector, non ho ben capito cosa vuoi scrivere… ma hai qualcosa di già pronto mandamelo e vediamo come metterlo!

  3. Cara Emma, sono un alcolista messicano e conosco la storia di AA in italia, assieme a Carlo Coccioli abbiamo aperto il primo Gruppo di Alcolisti Anonimi italiano a Firenze, propio la citta dove penso abiti, Coccioli e L’autore del Libro – documento “Uomini in Fuga” allora mi permetterei di mandare via email parte della vera Soria di AA italiana, grazie per la risposta e un cordiale saluto, Hector Mendez

  4. Cara Emma, tempo fa ho scritto che potrei mandare a chi lo desideri il libro “Uomini in Fuga” di Carlo Coccioli, aparte il fatto che potrei rispondere alle domande che vengano fatte sulla storia del libro documento, e un libro dove Coccioli racconta la grande avventura dei gruppi di AA nel Messico. il libro e stato tradotto in Italiano e in Francese, e pubblicato nel 1973. In Italia ancora non c’era letteratura ufficiale di AA, ne anche gruppi. Solo c’era il gruppo (inglese)americano a Roma. per ora un caro saluto a gli aa italiani serene 24 ore a te cara Emma, grazie mille

  5. Sì Hector, scusa sono stata presa da tante cose e non ti ho più scritto, hai fatto bene a farlo tu. Pubblico molto volentieri il tuo post così chi lo desidera può mettersi in contatto con te! Serene 24h

  6. Ciao a tutti, sono Simonetta ,figlia di Pietro uno dei fondatori del grupo A:A: di Roma ,vorrei tanto avere una copia del documentario “Inferno dentro” andato in onda sulla rai nel 1979, con la regia di Silvio Maestranzi ,dove mio papà ,sfidando le regole dell’anonimato ha esposto i suoi problemi e la funzione del gruppo A:A:Qualcuno ne sa qualcosa ? Mi sono messa in contatto con la sede i Roma e mi avevano promesso di spedirmelo ma purtroppo non ho ricevuto niene e sono già due anni !! Avrei piacere di avere il libro di Carlo Coccioli perchè ,dopo vari traslochi è scomparso e anche lì ricordo che c’era una piccola descrizione di Pietro . Ringrazio anticipatamente chi mi saprà e vorrà dare notizie . Vi uguro un percorso costruttivo e buon anno .Simonetta

  7. Non so aiutarti, Simonetta ma spero che qualcuno degli amici che ci leggono possa farlo! Ti abbraccio

  8. ho letto la richiesta di Simonetta e posso spedirle una copia in dvd de “l’inferno dentro” che però riesco a vedere solo al computer e non sono capace di copiarlo in modo tale da visonarlo anche in TV. Se la direzione mi può aiutare per le modalità sarei lieto di accontentarla. Essendo datata la riproduzione é un pò scadente. un caro saluto Maurizio. P.S. non voglio alcun rimborso relativo al costo del dvd e delle spese di spedizione, lo considero un mio piccolo contributo alla trasmissione del messaggio.

  9. Ciao Emma sono Emanuele e sono un alcolista di Verona, frequento un gruppo di Alcolisti Anonimi da un pò di tempo e sarei interessato al documentario di Maestranzi S. “L’iferno dentro”. Mi puoi aiutare tu oppure puoi mettermi in contatto con Maurizio? Ti ringrazio serene 24 ore.

  10. Lunedì 10 Giugno alle 21 il Gruppo A.A. “Fanum Fortunae” di Fano darà vita ad una riunione aperta a tutti coloro interessati al nostro metodo di recupero, tema “GRATITUDINE”.
    Si festeggeranno 3 primi compleanni di sobrietà salendo sino
    ad 1 di 25 anni. I 12 festeggiati testimonieranno quanto sia
    stata gratificante la conquista al tenere a bada questa incurabile,progressiva e mortale malattia con il seguire il
    valido programma dei 12 Passi,UN GIORNO ALLA VOLTA”.
    Per info. vedere http://www.aa-aremarche.it.

  11. Cara Emma, volevo ringraziarti per avermi dato la possibilità di accontentare le richieste di due amici con l’invio del dvd “l’inferno dentro”. E’ sempre bello poter trasmettere il messaggio di AA. Ancora grazie

  12. Buonasera a tutti
    Sono Raffaello B. un alcolista anonimo della segreteria del sito http://www.aiutoalcolistianonimi.it. Il nostro sito si occupa del recupero di persone che bevono troppo tramite riunioni spirituali via web con il metodo dei 12 passi. Il nostro gruppo online “arcobaleno” svolge regolarmente tutti i giorni riunioni spirituali tramite un programma di video sharing testato appositamente per noi per preservare il nostro anonimato. Ad oggi alle riunioni partecipano giornalmente in media circa 10 alcolisti. Ci piacerebbe iniziare una collaborazione col vostro sito e i siti che vorranno iniziare una collaborazione reciproca tramite la pubblicazione del vostro link nella nostra home page e la pubblicazione del nostro link nella vostra home page. Inoltre se vorrete partecipare alle nostre riunioni saremmo ben felici di ascoltare le vostre preziose testimonianze per il nostro recupero. Attendo Vostre notizie. Serene 24 ore

  13. Buongiorno a tutti. Sono orietta, una Aa dal Veneto. Ho trovato solo oggi questo blog. È ancora possibile contattare maurizio per avere “l’inferno dentro”? Ho persino scritto alla Rai per avere una copia, ma è troppo costoso.
    Grazie e serena giornata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *