Biblioterapia: I Classici Del Self Help

Foto di Valentina Volavia – Volavale

Ti piace leggere? E’ una grande fortuna: non solo hai a disposizione un’attività piacevole con cui riempire le tue giornate e arricchire la tua cultura e la tua personalità, ma hai anche a disposizione un potentissimo mezzo di auto- aiuto.

Dai libri, infatti, puoi ricavare insegnamento, sostegno, illuminazioni, orientamento per riuscire a risolvere i problemi e le difficoltà che puoi incontrare nel tuo percorso di vita.

E’ la biblioterapia, ovvero la terapia con i libri. Il termine non è nuovo, si usa da anni in Inghilterra, paese che ama la lettura più dell’Italia…

Nei paesi anglosassoni, poi, è viva una ricchissima tradizione di scrittura dedicata al self help (parola inglese che significa auto-aiuto).

Tutte semplificazioni all’americana? Niente affatto: se è vero che alcuni titoli sono “facili” e vendono illusorie ricette di immediata felicità, molti altri sono validi e, anche se si rivolgono al grande pubblico con un linguaggio semplice, sono scritti da autori che hanno alle spalle una solida preparazione scientifica.

Come fare a scegliere i libri giusti per te?

Non è facile, perché le case editrici sfornano ogni mese centinaia di nuovi titoli: orientarsi, se non sei esperto, è quasi impossibile. E talvolta si ha l’impressione che non tutti i libri dicano qualcosa di veramente utile. Infine c’è da dire che i libri, oggi, sono abbastanza costosi: motivo di più per scegliere a colpo sicuro…

Per tale motivo ho pensato di proporti una serie di articoli (ispirati a un dossier già pubblicato sulla rivista Confidenze) dedicati ai classici del self help da tenere in libreria: sono i titoli più belli e importanti, usciti nel corso degli ultimi 50 (ma in qualche caso 100) anni.

In questo campo, infatti, non sempre novità è sinonimo di qualità

Ci sono libri scritti anche decine di anni fa che sono ancora un validissimo punto di riferimento: perché non partire da questi?

(Altro vantaggio, questi libri classici li trovi il più delle volte in edizione economica).

Così puoi iniziare il tuo percorso di lettura: puoi partire dai testi che promettono di aiutarti sui problemi che ti stanno più a cuore, e aggiungerne magari via via altri per approfondire.

In questa serie parlerò solo dei classici di self help: manuali, e in qualche caso saggi.

Ma ci sono moltissimi altri libri che possono rivelarsi utili per la tua crescita e offrire grandi insegnamenti: romanzi, biografie, libri di poesie, testi religiosi.

Se c’è qualche titolo che ti ha cambiato la vita, vuoi segnalarlo nel commenti? Se mi risponderete in tanti, magari ne nascerà un nuovo articolo…

Questo articolo fa parte di una serie. Gli altri articoli della serie sono:

Biblioterapia: I Libri Aiutano Davvero?

Biblioterapia: I Classici Del Self Help


8 thoughts on “Biblioterapia: I Classici Del Self Help

  1. Un classico, infatti… Ne parlerò in uno dei prossimi post. Anche a me è piaciuto molto quando l’ho letto…

  2. Un libro che mi ha aiutato a comprendere me e gli altri è di Igor Sibaldi: ‘Quando hai perso le ali’ edito da Frassinelli racconta che quello che succede a noi oggi succedeva giá agli dei dell’Olimpo e tutto diventa chiaro!

  3. la medicina sottosopra sulle teorie di hamer. spiega i meccanismi di corpo e psiche in modo scientifico.

  4. è già alla sua seconda edizione un Manuale di “auto aiuto” tutto italiano: quasi 600 pagine guidate con esercitazioni pratiche, consigli, prescrizioni, test psicologici e indici aritmetici di avanzamento per verifica dei progressi.
    Non esistono in America manuali pratici con indici numerici di calcolodella propria crescita personale! Si tratta de Il manuale pratico del benessere (Ipertesto Editore) patrocinato da club UNESCO: non promette di guarire chi sta male, ma di evitare di ammalarsi facendo procedure quotidiane salutiste! Un manuale di prevenzione (anche secondaria e terziaria) non di cura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *