Amare un uomo più giovane. Parte I

Immagine del film Chéri di Stephen Frears

Michelle Pfeiffer e Rupert Friend in una scena del film "Chéri" di Stephen Frears

Un tema d’attualità: nelle sale arriva “Chéri” di Stephen Frears, tratto dal romanzo di Colette, interpretato da Michelle Pfeiffer e Rupert Friend. Ma basta guardarsi intorno per vedere che sempre più spesso nascono coppie in cui lui è più giovane

“Tu non hai letto il mio primo libro, ‘Una donna’. V’ha, al principio, il racconto della mia educazione infantile, del mio dressage mentale. Segue poi l’intera narrazione di quello che io chiamo una preistoria, fino al giorno in cui lasciai marito e figlio e cominciai a vivere come Sibilla. Nello stesso giorno – te l’ho mai detto? – tu, Luciano, nascevi. S’io inventassi una simile coincidenza per un romanzo, chi ci crederebbe? Avevo all’incirca gli anni che hai tu oggi” .

Con queste parole la “scandalosa” Sibilla Aleramo si rivolge al suo amore ragazzo, pronta a vivere un amore insolito, trasgressivo, peccaminoso per quell’epoca. Perché lui è più giovane. Potrebbe essere suo figlio. E questo è considerato inaccettabile.

Oggi le cose sono cambiate. Il terribile tabù culturale e psicologico che vietava l’unione di una donna con un partner più giovane – mentre nessuna obiezione è mai stata sollevata per gli incontri, magari altrettanto squilibrati anagraficamente, in cui è l’uomo a essere più anziano – si è molto affievolito, senza d’altra parte scomparire del tutto. Ma oggi si può amare un giovane. E infatti accade spesso che le donne decidano di vivere questa avventura, e fanno bene.

Purché non si facciano illusioni: molti pregiudizi esistono ancora, numerosi problemi sono dietro l’angolo. Occorre conoscerli, per potersi attrezzare psicologicamente a superarli. Se ne vale la pena, per amore.

Sembra un paradosso, ma proprio in questi tempi di giovanilismo esasperato è un dato comune che donne di tutte le età scoprano di interessare uomini più giovani di loro. Accade alle ventenni, alle trentenni, alle cinquantenni. Questo succede perché in realtà la relazione uomo-donna è mutata profondamente.

La donna non cerca più necessariamente un marito-padre, autorevole, punto di riferimento e sostegno per una futura famiglia; da tempo ha invece investito sulla propria autonomia, ed è quindi capace di vivere un rapporto d’amore con uno spirito spensierato e giocoso, con l’entusiasmo di un’adolescente.

Gli uomini percepiscono questo atteggiamento e ne sono attratti; e sono ben felici di trovare compagne solide e arrivate, sicure, capaci di un erotismo più complesso di quello di una ragazzina spaurita e bisognosa di conferme.

Il fascino di una donna spesso oggi cresce con l’età

Le cinquantenni dei nostri giorni, in particolare, sono lontane anni luce dal modello delle loro mamme e nonne: attive e dinamiche, escono di casa, lavorano, si muovono nel mondo, hanno mille occasioni di contatto e conoscenze. Sono capaci di eleganza, di raffinatezza intellettuale, e di comportamenti disinvolti; sanno valorizzarsi, poiché si conoscono bene, e sanno sedurre, perché mescolano alla nuova indipendenza qualche magico trucco di una femminilità vecchia maniera. E allora gli uomini le guardano, le notano, le corteggiano.

Il mondo maschile, d’altra parte, si divide in due grandi categorie: ci sono uomini fissati con la gioventù, che considerano la conquista di una ragazzina una conferma narcisistica di virilità. Ma per tali personaggi persino una compagna trentenne è già “vecchia”…

E ci sono invece gli uomini che amano in una compagna la grazia, la femminilità, la personalità: e sanno apprezzare queste doti nelle donne che incontrano, anche se più grandi.

Dunque tali amori, tra donne grandi e uomini più giovani, fioriscono di frequente. Chi voglia vedervi però un legame basato sull’istinto materno della donna, è fuori strada. Si tratta di coppie di amanti, nel senso proprio del termine.

Una delle molle che possono spingere una donna verso un uomo più giovane è infatti il desiderio di ritrovare una dimensione erotica piena di slancio, di entusiasmo, di vitalità, magari proprio nel momento in cui un eventuale partner coetaneo inizia ad accusare un momento di stanchezza (c’è un fondo di verità nel luogo comune che vuole che le donne raggiungano l’apice della sessualità nella maturità, mentre gli uomini sono al loro massimo appena all’inizio dell’età adulta).

Il rapporto tra una donna matura e un giovane è del resto un “classico” dell’erotismo. Lo scambio è fecondo: lui scopre mondi inaspettati di raffinatezza sensuale, gode nell’essere “discepolo” di qualcuno tanto più esperto nell’arte di amare. Lei gioisce del suo ruolo di maestra, modula le emozioni secondo le sue esigenze, dirige, con grazia, il gioco.

Ma a volte lo scenario si ribalta: a volte è un giovane disinibito e focoso che insegna i segreti dell’eros a una compagna più grande, ma fino a quel momento un po’ costretta da inibizioni e paure, facendole conoscere piaceri mai sperimentati prima.

In ogni caso l’accordo sessuale è spesso ottimo, e fornisce una base sicura a tali amori: anzi il più delle volte queste storie sono l’occasione di ricominciare, nell’erotismo, su un registro diverso. E trovare in questo nuovo inizio un grande entusiasmo.

A volte queste storie sono semplici attrazioni, figlie della libertà sessuale dei nostri tempi, che consente le sperimentazioni più diverse. Ma spesso sono amori veri, solidi, che superano a gonfie vele la fase dell’infatuazione iniziale per avviarsi verso una compiuta stabilità. Spesso sono ben assortiti, e regalano una grande felicità. A patto di superare alcuni ostacoli, di cui parlo nel prossimo post.

31 thoughts on “Amare un uomo più giovane. Parte I

  1. Credo che oggi le donne mature non abbiano più paure..sono sicure e consapevoli…sono molto cercate da uomini più giovani…non capisco molto bene …so che biologicamente sono molto diversi…ma che l’attrazione e, il desiderio li unisce molto…non durerà a lungo…ma l’importanza di questa breve unione è intensa!

  2. Un uomo più giovane e una donna molto più grande.. dico molto grande..come fanno ad amarsi sinceramente…penso ci sia molta perversione…ambiguità più che sentimenti…l’uomo vuole una mamma…e, la donna un figlio…non è forse incesto questo???

  3. Ho una grande paura di un rapporto d’amore con un uomo molto più giovane di me…ma capisco molto bene…ciò che sarebbe il rapporto…di grande desiderio e attrazione…entrambi si compensano…o lui fa sentire lei ancora giovane …oppure lei con la sua femminilità spiccata sa donare tanto amore!

  4. io trovo che le donne piu grandi abbiano un grande fascino e possano rendere felice un uomo anche se piu piccolo di eta

  5. io mi sono accorto di una persona che mi attira moltissimo ed ha 16 anni piu di me ed è una bella donna e mi eccita moltissimo e abbiamo moltissime cose da condividere…mi piacerebbe molto iniziare una storia con lei…la nostra potrebbe essere una storia interessante..

  6. ..io ho una storia d’ amore bellissima con un ragazzo più giovane di me di 17 anni… all’ inizio è stato uno shock essere corteggiata da un uomo così giovane, mi sentivo a disagio e pensavo sempre a cosa mi avrebbero detto tutti di questo.
    Gli ho reso la vita impossibile, pur che lui cambiasse idea, poi non ho più potuto mentire al mio cuore e sono crollata miseramente di frotne alle mie tanto corazzate difese.
    A quel punto mi sono domandata se fossi stata da sola, e se avessi vissuto in una città dove nn mi avesse conosciuta nessuno, se quella storia me la sarei vissuta oppure no. La risposta immediata è stata si.
    Oggi viviamo assieme e anche quando sentiamo tra noi alcuni divari, ma unicamente per le personali esperienze di vita, ne parliamo in modo molto aprofondito e stiamo crescendo e imparando così tanto l’ uno dall’ altra che la complicità che si è creata è ben oltre alla volgare considerazione dell’ incesto, come la Sig.ra Romina citava prima.
    Per vivere una storia così che esca dal giudizio altrui ci vuole un grande coraggio e una mente libera, ma le emozioni che si vivono ripagano più di ogni menzogna che castra una felicità coerente ed appagante, e spesso molto più di schemi del giusto o sbagliato dettato da qualcuno che non sia sè stesso.
    Ad ogni modo, l’ importante è essere davvero felici, per cui, buona scelta di vita a tutte e tutti.

  7. Salve io alla emerita’ eta’ di 48 anni mi sono innamorata x caso di un ragazzo piu’ giovane di me di 16 anni. Non sono mai stata una donna in cerca di avventure, Tutto e’ cominciato per scherzo una sera a ballare. Torno a casa e mi pento di non avergli lasciato il numero di telefono, rimango in ansia una settimana affinche’ possa ripresentarsi la serata e sperando di rivederlo……..ed eccolo!!! si e’ tornato e non mi stacca gli occhi di dosso. Un suo amico mi si avvicina e mi dice che durante la settimana lo ha tormentato parlandogli di me, se mi avrebbe rivisto se sarei tornata in quel posto.Che dire divorziata figli gia’ grandi, quando mi stringe fra le sue braccia mi sembra di sognare…………e sento delle emozioni che non provavo piu’ da anni…saro’ rincretinita??? Gli voglio anche bene!!

  8. salve a tutti io ho una relazione cn una donna piu grande di me di 17 anni e vi dico cn tutta sincerita che meglio di cosi non potrei stare la amo alla follia e fare di tutto per lei spero che duri piu a lungo possibile perche sensa di lei nn posso vivere buona serata a tutti

  9. salve, io vivo una storia bellissima con un ragazzo più piccolo di me di 15 anni, ma ai me abbiamo i genitori di lui contro, ci stanno ostacolando in maniera enorme, ci stanno dividendo in qualsiasi maniera, non so come far capire a loro, che il nostro amore è vero, gli hanno messo davanti una scelta o me o loro. Lui ama i suoi genitori e ama me, per cui non vuole scegliere, ci vuole entrambi. Come possiamo fare?

  10. Salve, ho 50 anni appena compiuti, sposata con due figli e cosa mi succede? Un trentenne mi sta facendo una corte serrata….tutto ciò mi fa piacere certo però lo sento tanto ragazzo. Non sono più abituata a questi approcci. Sono passati tanti anni ormai.
    Mi ha baciata con passione e mi ha detto che erano anni che gli piacevo e che finalmente ero tra le sue braccia.Cosa faccio? Sono confusa….certo lasciarsi andare è facile ma nello stesso tempo imbarazzante per me. Diciamo che è anche molto carino e simpatico. E’ molto intraprendente.Datemi un consiglio. Prossimamente lo rivedrò.

  11. Giro alle altre la tua richiesta di consigli… Da parte mia ti dico che questi regali la vita li fa spesso, a 50 anni. La corte di un ragazzo fa così bene all’anima! Quanto però ad accettarla o no, pensaci bene: c’è la differenza d’età, che è superabile ma comunque rappresenta una difficoltà, ma soprattutto tu sei sposata… Non dici niente del tuo matrimonio, però sono da valutare tante cose. Ti auguro tutto il meglio! 🙂

  12. Scusa non ti ho parlato del mio matrimonio: mio marito da quattro anni non mi tocca più. Non vuole avere rapporti sessuali. Spesso va in una chat e scrive ad altre donne.Per lavoro usa il computer ma spesso l’attrazione per quel sito è troppo forte. L’ho beccato più di una volta,scenate da parte mia e per lui sono giochi. Ho telefonato spesso alle donne con cui lui si scambiava il cellulare per tenerle lontane. Tu dici che lui dovrebbe essere lontano da loro e più vicino a me. Hai ragione. Mi sono depressa quando ho scoperto queste tresche e tante bugie perchè non mi sento valorizzata come donna/moglie/amante.Come mamma sono abbastanza felice, ma quando andiamo a letto ogniuno si gira dall’altra parte. Ormai c’è la routine finchè ho avuto questo incontro. Non sono il tipo che si lascia andare, anzi, sono molto seria. Mi sono detta tra me “quasi quasi mi lascio andare”. In fondo se lo meriterebbe…..

  13. Sì, certo. Allora tante cose cambiano aspetto. Ti abbraccio forte e ti auguro di essere felice come meriti! 🙂

    P.S. Tocchi temi dolorosi e complessi, che non si possono certo affrontare dalla bacheca di un blog. Ma non rassegnarti e cerca di trovare una strada che ti porti a stare profondamente dalla tua parte, e a realizzare te stessa e la tua affettività nel modo migliore. Ancora un abbraccio

  14. Anna.. Credo che il problema più serio non sia l’età del tuo corteggiatore ma scoprire…meglio prima che dopo… se vuoi un amante o un nuovo compagno. Se non chiarisci questo a te stessa qualunque scelta può darti molta amarezza. Ti capisco, non sai quanto.

  15. Scusa il ritardo della risposta, il tuo commento si era “nascosto” nelle pieghe del blog! Mi dici quanti anni avete?

  16. Ciao,

    Da 5 mesi ho una relazione con un ragazzo più giovane di me,è stato lui a corteggiarmi per mesi e io all’inizio non me ne ero nemmeno resa conto fino a quando una mia amica non mi ha aperto gli occhi,tra di noi c’è stata subito una grandissima intesa fisica e lui era ed è tutt’ora carinissimo, il problema e che non vuole frequentare i miei amici, ci vediamo regolarmente 1/2 volte alla settimana , lui dorme da me,usciamo da soli, facciamo weekend fuori, l’ altra sera mi ha anche portata in un locale dove lavora un suo carissimo amico il che mi ha sorpresa non poco, ma ultimamente parliamo poco, abbiamo avuto un paio di scontri dove io ho quasi pensato di interrompere la relazione, e lui è cmq corso per rimettere le cose a posto ma sempre a modo suo, lui dice che dobbiamo viverci questo momento bellissimo, che mi vuole bene,ma che sappiamo entrambi che purtroppo non c’è futuro, i primi mesi facevamo l’ amore anche 9/10 volte in una notte, ora lo facciamo 2/3 volte anche se sempre con grandissima intensità, li lui si lascia andare completamente,dopo stiamo abbracciati a vedere un film, cerca sempre il mio contatto fisico, poi però è come se cercasse il distacco da me, come un gioco all’elastico, ed io ultimamente faccio finta di niente , ma questo comportamento mi fa male e mi sta allontanando, non so cosa fare e come comportarmi avete un consiglio da darmi?

  17. Cara Claudia, è sempre difficile dare un consiglio valido dalla bacheca di un blog! In senso molto generale direi che non c’è niente di male a vivere un bellissimo momento nel presente, ma prima o poi ti capiterà magari di volere di più. Se inizi a sentirti male all’idea che lui possa allontanarsi, forse dovresti chiederti quali sono i tuoi desideri in prospettiva, prima di affezionarti troppo. Passare mesi e anni con una persona che non vuole costruire niente con te rischia poi di lasciarti l’amaro in bocca!
    Ma, ripeto, sei tu che devi chiederti se vuoi costruire qualcosa o se ti sta bene vivere solo nel presente! Non ci sono regole valide per tutti. Un abbraccio grande.

  18. Sono un ragazzo di 33 anni. In palestra ho conosciuto donna attorno a 50 anni, divorziata, con un figlio. Ha un fisico da ragazza ed è molto affascinante. Nonostante la forte differenza di età, sono decisamente attratto da lei, sia per il suo aspetto fisico, sia per il suo modo di fare. Noi due conversiamo abitualmente in zona sauna. Ammetto che mi piacerebbe fidanzarmi con lei, ma non ho il coraggio di dichiararmi.

  19. un uomo piu giovane di me di molti anni mi ha corteggiato sembrava le cose andavano bene poi mi allontana poi mi riavvicina dice che mi ama ma a causa del mio comportamento , molte sfuriate, chiede una pausa per pensare. io nego non so se si rifara sentire

  20. Le sfuriate sono tue o sue? Indipendentemente dall’età, in amore il rispetto e la fiducia sono essenziali… Ti auguro il meglio! 🙂

  21. Ciao a tutti mi chiamo Andrea. Ho 27 anni e gli ultimi sei mesi ho frequentato una donna di 26 anni più grande di me. Lei è davvero fantastica, sia sotto l’aspetto mentale sia su quello fisico, non dimostra la sua età, è una donna indipendente al 100%. Purtroppo la nostra storia sembra giunta al capolinea a causa di diversi comportamenti immaturi e stupidi da parte mia, forse dovuti alla mia fragilità e alla paura di amare. I primi tempi sono stati davvero duri a causa della mia timidezza, non riuscivo a sopportare gli sguardi inevitabili delle altre persone. Comunque andrà a finire il ricordo di questa donna mi riempirà sempre il cuore di emozioni. Purtroppo viviamo in un Paese pieno di pregiudizi sull’argomento e colpa mia non essere riuscito a ignorarli e a guardare avanti, nonostante la consapevolezza che la nostra storia non sarebbe stata per sempre. A tutti quelli che si trovano o si stanno per trovare nella mia situazione voglio solo dire una cosa: fregatevene della gente e ascoltate solo quello che vi dici il cuore.

  22. Salve, solo oggi scopro questo blog, mi sarebbe piaciuto scoprirlo appena pubblicato questo post per partecipare alla discussione. Mi chiamo roberta ed ho 30 anni. Si sono giovane per commentare in prima persona questo post, ma riporto ciò che è successo ad una persona a me molto cara mia madre! Lei ne è venuta fuori da un divorzio e per diversi anni non ne ha voluto sentire di frequentare uomini. Fino a che non è stata corteggiata da un mio amico che conosce praticamente da sempre. Lui l ha sempre trovata molto bella e ammetto che mia madre è veramente una donna bellissima; amico fidato e collega di studi brillante, il solito bravo ragazzo, insomma: dopo mesi di corte serrata ma sempre cortese e gentile e con la mia approvazione perché volevo si riaprisse alla vita, il primo bacio profondo,intenso. Dopo qualche settimana il sesso, bello appassionato che ha spinto mia madre, a picchi di disinibizione mai sentiti, lei ha imparato il sesso a 53 anni e il suo mentore è stato un ragazzo di 25 che ho scoperto essere anche “prestante” . È stato sesso disinvolto per più di un anno, poi sono subentrati i sentimenti ma che purtroppo sono stati soffocati all’interno delle mura di casa nostra o di casa di lui che viveva con sua madre, perché comunque il paese è piccolo e la gente chiacchiera troppo e con cattiveria e per evitare che questa situazione rovinasse questa storia si è optato per questa scelta. Ma che ha comunque portato allo stesso risultato perché non puoi vivere una storia d’amore dentro quattro mura o quando vai saltuariamente in ferie fuori dall’Italia…è durata tre anni poi consensualmente hanno deciso di interrompere…sono rimasti, dopo un periodo di lontananza in ottimi rapporti è questo per me è l’importante giacchè amo lei e voglio un mondo di bene a lui

  23. Buonasera, anch’io ho scoperto da pochissimo questo blog e solo adesso ho avuto il coraggio di scrivere in quanto mi trovo in un bel casino. Mi chiamo Silvia e ho 25 anni. Da tre mesi sto con un ragazzo di 17 anni, del mio stesso paese. Ci siamo conosciuti x caso questa estate in centro e da settembre stiamo insieme. All’inizio, pensavo fosse una cotta passeggera, una semplice infatuazione in quanto lui è un bellissimo ragazzo e già molto sviluppato fisicamente per la sua etá. Poi con il passare dei giorni e delle settimane questa cotta piano piano si è trasformata fino a diventare semplice amore. Penso di essere completamente innamorata di lui. E mi chiedo come sia possibile che mi sia innamorata di un 17enne? Con lui sto molto bene, parliamo, ridiamo, scherziamo, lui è molto carino nei miei confronti e spesso molto dolce. Sia in pubblico sia in privato, lui mi abbraccia mi bacia mi fa sentire la sua ragazza, mi fa sentire protetta nonostante sia molto giovane e nonostante questa sia la sua prima vera storia seria. Quello che mi preoccupa però è il futuro. Sono costretta a tenere nascosta questa relazione ai miei genitori per paura della loro reazione in quanto sono certa che non capirebbero la situazione e di sicuro mi darebbero della “pazza senza buon senso”. Anche il giudizio delle persone in generale genera in me un senso di frustrazione e di disagio quando sono con lui in paese o semplicemente in un bar il sabato sera. Mi sento sempre gli occhi puntati addosso, il timore che la gente mi giudichi per stare con un ragazzino. Molte volte ho cercato di mettere fine alla nostra relazione, più volte l’ho lasciato poi ripreso, poi lasciato di nuovo. Ma la verità è che non riesco a stare senza di lui. E lui senza di me. Vorrei poter vivere questa storia in serenità. Vorrei poter essere libera di fare con lui qualsiasi cosa, di andare con lui in qualsiasi posto, senza bisogno di nasconderci ( meglio dire nascondermi ) senza sentirmi sbagliata e criticata per essermi innamorata di lui. Mi trovo in una difficile situazione, da una parte non voglio assolutamente perderlo dall’altra sono stanca di vivere questa relazione in maniera così controllata e innaturale. Cosa posso fare?

  24. Silvia, cara, metti le cose in prostettiva: otto anni adesso ti sembrano tantissimi, ma in realtà è una differenza d’età molto piccola. Quanto manca ai suoi 18 anni? Io credo che psicologicamente, quando lui sarà maggiorenne, tutto vi sembrerà più facile e possibile. 🙂 Un grandissimo abbraccio!

  25. Ho 58 anni e da due anni frequento un uomo di 45 anni di cui ero amica da 15 anni prima poi improvvisamente lui mi porta a casa sua e facciamo l’amore ….primi 6 mesi passione folle…poi lui vuole stare con me ma non riesce più a fare l’more con me (problemi di erezione) ,ma come se non bastasse, neanche mi abbraccia, non mi bacia non mi prende le mani, sembra che ho vicino un manichino. Alle mie domande lui risponde che si è sperimentato e che comunque non vuole perdermi. Io passo dal momento di gioia di rivederlo alla frustrazione finale quando lo lascio che neanche mi ha toccata. Sono disperata forse avrà qualche disturbo della personalità o che cosa? e mi sento in una trappola affettiva perché comunque lui mi cerca e vuole vedermi.Che posso fare?

  26. Ciao Paola, scusa se non ti rispondo nel merito, avrei bisogno di conoscerti e capire meglio. Direi che se tieni a lui sarebbe il caso di consultare un buon terapeuta della coppia che sia anche sessulogo. Ti abbraccio e ti auguro buona fortuna!

  27. Io avrò37 anni tra qqualche giorno ho due figli e il mio compagno ha 15 anni in meno a me. Stiamo insieme da tre anni e con viviamo da uno.
    il nostro legame è particolare e molto forte. Ci sono stati molti problemi soprattutto da parte della famiglia di lui e continuano ad esserci . Ma noi siamo sempre più forti e ci amiamo tanto.
    Non abbiamo niente di strano…niente di malato semplicemente ci siamo trovati forse nel momento sbagliato…in una vita sbagliata…o forse siamo la nostra salvezza per poter continuare a vivere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *